LASCIATI ISPIRARE



Dentro un cocktail non c’è mai solo il lavoro di una sera.
In ogni gesto e in ogni ricetta c’è sempre il seme di qualcosa e l’influsso di qualcuno che è venuto prima.
Leggi le storie dei Maestri del bartending, trova in loro l’ispirazione per creare un cocktail originale e partecipa alla Campari Bartender Competition.

iscriviti

I MAESTRI DI IERI

JERRY THOMAS
La professione del bartender la dobbiamo a lui: Jerry Thomas, detto “Il professore”. Simbolo della Golden Age del bartending e padre della miscelazione americana, Thomas ha il merito di aver trasformato il ruolo di quello che era il saloon keeper di fine 800, per dargli una forma e una visione. Con il suo libro ha codificato le prime ricette della storia, ha dato valore sociale al bartender e ha portato la professione al massimo dell'espressione.
ADA COLEMAN
Nei primi del Novecento, a soli 28 anni, Ada Coleman era la prima bartender donna del Savoy di Londra e a 50 ne divenne barmanager. A dispetto di un corpo esile e un aspetto gentile, Ada racchiudeva una tenacia senza pari. Guidata dalla sua passione, ha dimostrato quanto valore aggiunto può una donna regalare al bar.
DON THE BEACHCOMBER
Avventuriero, esploratore, intrattenitore e showman: Don Beach è stato un eclettico sognatore che ha vissuto mille vite in una. Vere o false che fossero le sue storie, Don era capace di creare intorno ai suoi cocktail veri e propri universi fantastici, capaci di influenzare le mode e le culture. Dalla sua immaginazione nasce la cultura Tiki, uno stile che ha superato i confini del bar e si è diffuso contaminando la musica, il cinema, la moda e la cultura.

I MAESTRI CONTEMPORANEI

SALVATORE CALABRESE
Quando si parla di ospitalità nel mondo del bartending, si parla di Salvatore Calabrese. Nato in Italia ma divenuto celebra a Londra, “The Maestro” ha saputo comprendere l’importanza delle proprie radici per trasformarle in un punto di forza. La sua massima: “Il bar è teatro. Quando entri devi provare un’emozione”. La sua capacità di coinvolgere gli ospiti è ciò che rende la fruizione dei suoi cocktail un’esperienza indimenticabile.
DAVID WONDRICH
Se oggi conosciamo e amiamo molti Classic Cocktail è anche perché Wondrich ha saputo darcene un buon motivo. Wondrich ha viaggiato per sfatare miti, scoprire e raccontare l’evoluzione storica del bartending. Grazie a lui oggi guardiamo al passato sapendo che lì possiamo trovare lo spunto per nuove creazioni. Ma non solo: Wondrich ci ha insegnato che una ricetta è un concetto in evoluzione, che può e deve essere sempre reinterpretato.
DARIO COMINI
Inventore della miscelazione molecolare, Dario Comini è tecnica e voglia di condivisione. La sua curiosità e la capacità di sperimentare lo hanno portato a trasformare gli ingredienti di un drink coinvolgendo tutti i 5 sensi. L’obiettivo? Fare di un cocktail un’esperienza a 360 gradi e trasformare la visita in un locale in una completa esperienza di gusto, come quella di un ristorante stellato.

Lasciati trasportare dalle storie, dal carisma e dalla passione di queste icone, dai vita a un cocktail originale e prova a vincere il titolo di
“Campari Bartender Of The Year”.

ISCRIVITI
background image
it
Devi confermare di avere più di 18 per poter procedere
Hai l'età per bere legalmente bevande alcoliche?
Bevi responsabilmente

Campari supporta un consumo di alcolici responsabile.